FORESTALI SICILIANI UNIAMOCI SUBITO

di Santo Cortese

Mai come ora i forestali siciliani sono disuniti, c’è chi confida nei sindacati confederali, c’è chi invece prende atto di quello che dicono i sindacati autonomi, e c’è chi addirittura ricorre a qualche patronato per la compilazione di qualche modello forestale, sfiduciato da tutti. Chi a destra!!! Chi a sinistra!!! Chi a centro!!!

Ma a chi bisogna credere, io lavoro alla forestale da circa 31 anni, e mi sento dire sempre le stesse argomentazioni.

Ora diciamo basta a chi ha avuto le redini del comparto forestale, ora, noi forestali, vogliamo risposte sicure, anche dai candidati a Presidente della Regione Sicilia 2017. E’ naturale che ogni sindacato tira acqua al proprio mulino. E’ naturale che ogni politico faccia la sua campagna elettorale.

Noi pensiamo che non ha logica essere disuniti. Noi di forestalisicilia.com invitiamo tutti i forestali ad essere uniti, e con il nostro numero assai alto, formare un nuovo complesso forte, senza divisioni, ma appoggiando solo chi ci appoggia e chi fa e farà i nostri interessi. Dobbiamo marciare uniti tutti legati dalla morale di un lavoro forestale che sia stabile nel tempo.

Ci vuole un nuovo sistema forte che attragga i forestali tutti, un nuovo sistema che dica sempre il vero, qualcuno che metta d’accordo tutti i forestali siciliani e questo potrà avvenire sono favorendo il lavoro e non la disoccupazione nascosta di questo settore ormai alla deriva.

La cosa più brutta della forestale è la divergenza di giornate, come tutti ben sappiamo ci sono i LTI, i 151isti, i 101isti e i 78isti e questa è una cosa negativa, cosa che succede solo nel nostro comparto, infatti, nel settore scuola non ci sono insegnanti che fanno un determinato numero di giornate, ma, ci sono insegnanti e collaboratori che lavorano tutto l’anno e che vengono suppliti in caso di assenza e questo invece non succede nel settore forestale siciliano.

Bisogna cambiare l’ordinamento della forestale in Sicilia, dobbiamo dare appoggio a chi favorisce la proposta di stabilizzazione, o quantomeno di efficace aumento delle giornate lavorative di tutti i forestali, che sia sindacato, che sia politico, che sia lavoratore o portavoce dei forestali tutti, e, negare chi indebolisce il nostro settore perché non è idoneo a rispondere ed interagire con la vita degli operai forestali, e, questo i forestali lo hanno già capito e daranno una nuova svolta quando si andrà alle urne in Sicilia a novembre.

Ora è necessario attuare scelte strategiche per dare lavoro stabile ai forestali, e lavorare per una stabile integrazione europea. Siamo stanchi di essere esclusi dalle leggi europee, siamo stanchi di essere considerati lavoratori stagionali, siamo stanchi di essere stanchi di quello che ci dicono e che poi non va mai a porto.

La forestale deve progredire nella stabilizzazione ed eliminare le troppe oscillazioni di giornate, oscillazioni di idee, oscillazioni di lavoro e soprattutto di tutela sindacale.

Vogliamo le graduatorie destinate alla stabilizzazione, perché quelle attuali non sono incoraggianti soprattutto per la discriminazione di giornate lavorative.

Invito i forestali tutti ad essere uniti, subito, qualunque sia la loro posizione sindacale, o la loro ideologia politica.

Invito i forestali tutti a far valere i propri diritti.

Noi di forestalisicilia.com non apparteniamo a nessun sindacato, a nessuna guerra, ma invitiamo tutti all’unione, e, soprattutto a sapere la vera verità di chi ci sostiene. Dobbiamo convenire e dar retta a chi ha presentato un nuovo riordino di stabilizzazione, o di aumento giornate lavorative forestali, qualora ci sia!!!

Santo Cortese